www.ittiofauna.org contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Le Faune Sauropsida Reptilia Squamata Sauria

I Lacertidi, Lacertidae

 

Si conoscono circa 180 specie di Lacertidi. La famiglia è presente in gran parte di Europa, Asia e Africa. Tutti i suoi mèmbri sono agili, attivi e diurni; quasi tutti hanno una lunghezza inferiore agli 8 cm dall'apice del muso alla cloaca. Alcune specie, incluse le lucertole verdi europee, sono molto più grandi. I Lacertidi hanno corpo relativamente lungo, testa ben definita, zampe ben sviluppate e coda lunga. La parte superiore della testa e il ventre sono coperti da grandi squame e sono presenti pori femorali. I Lacertidi sono un gruppo caratteristico e molto importante di rettili europei.

 

Famiglia Sottofamiglia Genere Specie
Lacertidae Gallotiinae Gallotia

Gallotia atlantica, Gallotia auaritae, Gallotia bravoana, Gallotia caesaris, Gallotia galloti, Gallotia intermedia, Gallotia simonyi, Gallotia stehlini.

Psammodromus

Psammodromus algirus, Psammodromus hispanicus.

Lacertinae Acanthodactylus

Acanthodactylus erythrurus.

Algyroides

Algyroides fitzingeri, Algyroides marchi, Algyroides moreoticus, Algyroides nigropunctatus.

Anatololacerta

Anatololacerta anatolica, Anatololacerta oertzeni.

Archaeolacerta

Archaeolacerta bedriagae.

Dalmatolacerta

Dalmatolacerta oxycephala.

Darevskia

Darevskia praticola, Darevskia saxicola.

Dinarolacerta

Dinarolacerta montenegrina, Dinarolacerta mosoriensis.

Eremias

Eremias arguta.

Hellenolacerta

Hellenolacerta graeca.

Iberolacerta

Iberolacerta aranica, Iberolacerta aurelioi, Iberolacerta bonnali, Iberolacerta cyreni, Iberolacerta galani, Iberolacerta horvathi, Iberolacerta martinezricai, Iberolacerta monticola.

Lacerta

Lacerta agilis, Lacerta bilineata, Lacerta schreiberi, Lacerta trilineata, Lacerta viridis.

Ophisops

Ophisops elegans.

Parvilacerta

Parvilacerta parva.

Podarcis

Podarcis bocagei, Podarcis carbonelli, Podarcis erhardii, Podarcis filfolensis, Podarcis gaigeae, Podarcis hispanicus, Podarcis lilfordi, Podarcis liolepis, Podarcis melisellensis, Podarcis milensis, Podarcis muralis, Podarcis peloponnesiacus, Podarcis pityusensis, Podarcis raffonei, Podarcis siculus, Podarcis tauricus, Podarcis tiliguertus, Podarcis vaucheri, Podarcis waglerianus.

Teira

Teira dugesii, Teira perspicillata.

Timon

Timon lepidus.

Zootoca

Zootoca vivipara.


 

Costituiscono circa i tre quarti dei sauri della regione e fino a sette specie possono convivere in una stessa località. Sono tutti attivi predatori, cacciano principalmente invertebrati, sebbene alcuni si nutrano anche di una percentuale variabile di vegetali. La competizione tra più specie coesistenti viene evitata con vari metodi. Per esempio, le lucertole verdi cacciano prede molto più grandi delle altre e molte specie tendono a cercare il loro cibo in nicchie diverse. In una zona qualche specie può vivere sul terreno, in aree aperte, altre stanno tra la vegetazione densa, e altre ancora si arrampicano su mucchi di pietre o rocce. Anche l'umidità può essere importante: nella Jugoslavia sud occidentale Dalmatolacerta oxycephala e Dinarolacerta mosorensis vivono entrambe su declivi detritici, massi e substrati rocciosi, ma Dinarolacerta mosorensis preferisce località più fredde e più umide di Dalmatolacerta oxycephala. Queste differenze di habitat spesso possono essere d'aiuto per confermare l'identificazione. Molte caratteristiche dell'aspetto dei Lacertidi sono connesse all'ambiente dove vivono e si nutrono. Per esempio le specie che vivono tra le rocce e usano nascondersi nelle fessure, tendono a essere molto appiattite; le specie che cacciano tra la vegetazione sono spesso verdi.

 

 

I Lacertidi maschi durante la stagione riproduttiva, combattono, o per lo meno si esibiscono, di fronte agli altri maschi. La maggior parte delle specie ha una postura di minaccia con testa abbassata, gola gonfia e corpo appiattito. Spesso questa posizione mette in mostra la colorazione brillante delle parti inferiori che può variare tra le specie ed essere un importante mezzo di riconoscimento sia per le lucertole che per i "lizard-watchers". 

 

 

Tutti i lacertidi depongono uova tranne la Lucertola vivipara (Lacerta vivipara) che da alla luce giovani già sviluppati nella maggior parte della sua area di distribuzione (ma non sempre nei Pirenei o nel Massiccio Centrale). Il numero di uova deposte è variabile. Nelle specie di piccole dimensioni va da 1 a 4, nelle forme più grandi il numero è superiore (fino a 23 nelle grandi lucertole verdi). Alcune specie più piccole sono relativamente molto feconde, per esempio Zootoca vivipara partorisce fino a 11 piccoli e in Iberolacerta monticola, Psammodromus algirus e Acanthodactylus erythrurus le uova possono essere 6 o più. Il tempo necessario alla schiusa è piuttosto variabile, può essere di circa sei settimane nelle specie piccole.

 

 

Le lucertole più grandi sono spesso longeve: Timon lepidus è sopravvissuta per 20 anni in cattività. Di solito i maschi dei lacertidi hanno testa più grande di quella delle femmine, corpo più corto e pori femorali meglio sviluppati (vedi figura); la base della coda è più rigonfia nella stagione della riproduzione. Gli animali giovani hanno testa più arrotondata e relativamente più grande e in proporzione occhi più grandi e coda più corta dei loro genitori.

 

Maschio Femmina

Lato inferiore delle cosce e differenza nella grandezza dei pori femorali tra i due sessi

 


Le Faune Webmuseum Reptilia Squamata Sauria    
www.ittiofauna.org
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org