www.ittiofauna.org   contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Le Faune Webmuseum Rettili

Origini del gruppo dei Rettili.


  Click on the image to magnify and for the informations.  
Click sull'immagine per ingrandire e per le informazioni.

 

I rettili ebbero origine da anfibi primitivi, gli stegocefali, circa duecentosettanta milioni di anni fa, nel periodo carbonifero dell'era paleozoica, e il loro avvento segnò la definitiva conquista della terraferma da parte dei vertebrati, che raggiunsero la totale indipendenza dall'ambiente acquatico, mediante l'acquisizione di una respirazione solo polmonare e di modalità riproduttive svincolate in tutto dall'elemento liquido.

 

 

Dalle forme più primitive, i cotilosauri, ancora molto affini agli anfibi, trassero origine via via numerose stirpi, di ampiezza e destino molto vari, che durante l'era successiva, la mesozoica, ebbero uno sviluppo enorme, con forme anche gigantesche, i dinosauri, e popolarono le terre, i mari e l'aria con numerosissime specie che nella grande maggioranza si estinsero alla fine dell'era medesima, lasciando molti fossili.

 

 

Possiamo distinguere quattro grandi gruppi. Un prirno gruppo, comprendente gli stessi cotilosauri e detto degli ANAPSIDI, fu quello dei cheloni o tartarughe, che sono giunti sino a noi, conservando da quei lontanissimi tempi caratteri di notevole primitività. Un secondo gruppo, detto dei PARAPSIDI, Sviluppò forme sovente di grossa mole, quali gli ittiosauri, mirabilmente conformati per la vita acquatica, che raggiunsero la massima fioridezza nel cretaceo, nell'era mesozoica, estinguendosi entro lo stesso periodo.

 

 

Un terzo gruppo, detto dei DIAPSIDI, costituì il più vasto e rigoglioso ramo evolutivo della classe, con numerosi ordini, quattro dei quali, coccodrilli, serpenti, sauri e rincocefali, giunsero fino a noi. Dai diapsidi trassero origine gli uccelli. Un quarto e ultimo gruppo, detto dei SINAPSIDI, si evolse da forme antichissime, forse già nel carbonifero, e sviluppò rettili sensibilmente diversi da tutti gli altri, che gradualmente assunsero conformazione e caratteri anatomici simili a quelli dei mammiferi. Da essi, completamente estinti già alla fine del triassico, trassero origine i mammiferi.

 

 

I rettili attuali, distribuiti soprattutto nelle zone calde del globo, costituiscono un pallido ricordo di quello che fu il loro dominio nell'era mesozoica, allorché ne esistevano non meno di sedici ordini diversi. Sono giunti sino a noi i rappresentanti di cinque ordini soltanto: COCCODRILLI o LORICATI, SERPENTI od OFIDI, SAURI, RINCOCEFALi e TARTARUGHE o CHELONI. Molti Studiosi riuniscono serpenti e sauri nell'unico ordine degli SQUAMATI. Complessivamente i rettili viventi comprendono cinquantacinque famiglie e circa seimila specie.

 

Le Faune Webmuseum Rettili        
www.ittiofauna.org
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org