www.ittiofauna.org contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Le Faune Webmuseum Amphibia Caudata Salamandridae Calotriton

Il tritone del Montseny, Calotriton arnoldi

Carranza & Amat, 2005


Descrizione - Molto simile a C. asper di cui era ritenuto variazione geografica. Studi recenti sulle popolazioni del Massiccio di El Montseny, hanno dimostrato che queste costituiscono una specie diversa dal tritone dei Pirenei, separatasi da C. asper da circa 1,1 milioni di anni. La specie è caratterizzata da testa relativamente appiattita, provvista di occhi piccoli a pupilla orizzontale. Assenza di ghiandole paratoidi. Sulla gola è presente una tasca dermica. Coda di lunghezza pari a circa metà della lunghezza totale a sezione compressa. Pelle più liscia che in C. asper, con tubercoli meno pronunciati e numerosi, cosparsa di pori ghiandolari. Arti relativamente corti. Parte distale delle dita di consistenza coriacea e di colore scuro. Nel complesso la struttura generale del corpo appare meno robusta di quella del tritone dei Pirenei. Tinta del dorso di colore bruno rossastro, con l'occasionale presenza di macchie chiare od argentate sui fianchi. La striscia mediana dorsale è assente, ma spesso si osserva una sottile striscia chiara sulla parte superiore della coda, che in alcuni esemplari si estende anche sul dorso. Il colore del ventre è giallo ocra con diffuse punteggiature scure.

Dimorfismo sessuale - Le femmine sono generalmente più grandi dei maschi. La cloaca delle femmine ha a forma cilindrica, con apertura relativamente piccola e di colore rosso arancio. I maschi hanno cloaca emisferica con apertura a fessura longitudinale, testa più grande e robusta, e coda più corta ed alta.

Larve - Come in C. asper, sono molto simili agli adulti, ma hanno testa proporzionalmente più grande, presentano branchie esterne ed una piccola cresta caudale. La colorazione è chiara, con coda generalmente più scura e branchie esterne rossastre. Con lo sviluppo la tinta diviene progressivamente più scura.

  Click on the image to magnify and for the informations.  
 Click sull'immagine per ingrandire e per le informazioni.

Habitat e abitudini - La presenza della specie è stata accertata in cinque torrenti a corrente impetuosa, entro i confini del Parco Naturale di El Montseny, nella catena montuosa dal medesimo nome, in Catalogna (nord est della Spagna). Questo tritone si trattiene tra i 600 ed i 1.200 metri di quota, in corsi d'acqua che attraversano foreste di faggi e di querce. Preferisce substrati rocciosi, con scarsa vegetazione acquatica, ed evita acque fangose. La riproduzione e lo sviluppo larvale si svolgono in acqua nelle stesse zone. La specie è marcatamente acquatica, anche se talvolta si può osservare sulla terraferma durante le ore crepuscolari e notturne, nelle giornate coperte o dopo le piogge. La temperatura atmosferica ideale per la specie è compresa tra i 7 ed i 10 °C. Durante la buona stagione questo tritone può essere attivo a qualsiasi ora del giorno o della notte, spostandosi lentamente per tendere agguati alle prede che cattura con un rapido scatto. Nei mesi invernali entra in ibernazione seppellendosi nel terreno.

Alimentazione - Come C. asper, si comporta da predatore opportunista. La sua dieta comprende una vasta gamma di invertebrati, incluso insetti acquatici, terrestri e loro larve, crostacei, molluschi, uova e larve di anfibi (incluse quelle della propria specie). La dieta delle giovani larve è composta da microinvertebrati e plancton, come protozoi, rotiferi e microcrostacei, con l'aumentare della taglia attaccano prede più grandi. In particolari condizioni di affollamento o di scarsità di cibo, possono verificarsi episodi di cannibalismo.

Riproduzione - La frega si svolge solitamente in primavera inoltrata, in annate particolarmente favorevoli, la riproduzione può avere luogo due volte all'anno, ripetendosi in autunno. L'accoppiamento non è stato ancora descritto, ma si presume che si svolga in modo simile a C. asper. Ogni femmina produce circa una ventina uova, che attacca singolarmente sotto le pietre o ad altri elementi del substrato. Le uova misurano da 3.5 a 5 mm di diametro, esclusa la protezione gelatinosa.

Accrescimento - Salamandridi di medie, gli esemplari più grandi osservarti superavano di poco i 100 millimetri di lunghezza. Dopo la schiusa le larve sono lunghe circa 10 millimetri, hanno corpo affusolato, presentano branchie poco sviluppate e coda arrotondata. Come in C. asper, il processo di metamorfosi generalmente inizia 14 mesi dopo la nascita (di solito nell'estate successiva), quando le larve sono lunghe 50 - 60 mm. Il completamento della metamorfosi richiede da uno a due mesi, ad una temperatura media dell'acqua compresa tra 10 °C e 13 °C. La maturità sessuale viene raggiunta a 2 - 3. Probabilmente questa specie può raggiungere e superare i 20 anni di vita.

Predatori, parassiti e malattie - I maggiori predatori della specie sono trote ed altri salmonidi, presenti negli stessi ambienti, che si cibano di questa specie in tutti i suoi stadi di sviluppo. Il tritone dei Pirenei può essere anche vittima di serpenti acquatici, altri anfibi ed uccelli. Le uova è le larve vengono mangiate da larve ed adulti di insetti acquatici.

  Click on the image to magnify and for the informations.  
Click sull'immagine per ingrandire e per le informazioni.

Status della specie - Non sono disponibili dati certi sulla attuale consistenza delle popolazioni di questa specie, recentemente individuata (2005). Le minacce maggiori per C. arnoldi possono essere rappresentate dalla distruzione del suo habitat, ma la sua presenza all'interno di un'area protetta dovrebbe mantenerla al sicuro. Essenziale per la sopravvivenza della specie è il controllo sull'introduzione di salmonidi a scopo alieutico, la presenza di numerosi pesci predatori potrebbe facilmente portare all'estinzione dell'intera popolazione. Anche l'impiego di pesticidi in agricoltura può a lungo termine danneggiare la specie, poiché questo tritone tende ad accumulare nei tessuti corporei le sostanze chimiche presenti negli insetti che costituiscono la maggior parte della sua dieta.

Protezione - C. arnoldi non viene elencata dalla Convenzione di Berna e dalla Direttiva Europea "Habitats" a causa della sua recente registrazione. Per lo stesso motivo, il tritone del Montseny non è protetto da leggi nazionali in Francia od in Spagna. La specie è presente nel Parco Naturale di El Montseny. Nella lista rossa IUCN le popolazioni di C. arnoldi sono ritenute parte di C. asper e come questa specie sono considerate prossime ad entrare in pericolo (NT, near threatened). In realtà la specie appare gravemente minacciata, visto la limitata estensione della sua area di diffusione, fattore che la espone fortemente al pericolo di estinzione, nel caso che il suo habitat venisse accidentalmente danneggiato.

Galleria Fotografica e Links correlati

 

 
  La più bella raccolta d'immagini sull'erpetofauna europea  
   
  Forum in italiano sull'erpetofauna.  
   
  Il sito di IUCN, World Conservation Union, sulle specie in pericolo  

Le Faune Webmuseum Amphibia Caudata Salamandridae Calotriton
www.ittiofauna.org
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org