www.ittiofauna.org contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Le Faune Webmuseum Caudata

I Proteidi (Proteidae Gray, 1825)

Proteina Gray, 1825, Ann. Philos., Ser. 2, 10: 215. Genere tipo: Proteus Laurenti, 1768.

Phanerobranchoidea Fitzinger, 1826, Neue Class. Rept.: 43. Genere tipo: Phanerobranchus Leuckart, 1821. Rank esplicito di famiglia.
Pododysmolgae Ritgen, 1828, Nova Acta Phys. Med. Acad. Caesar Leopold Carol., Halle, 14: 277. Nome non disponibile, nome di famiglia per Hypochthon Merrem, 1820.
Proteideae Tschudi, 1838, Classif. Batr.: 26, 97.
Proteidae Hogg, 1838, Ann. Nat. Hist., 1: 152.
Hypochthonina Bonaparte, 1840, Nuovi Ann. Sci. Nat., Bologna, 4: 101. Genere tipo: Hypochthon Merrem, 1820. Nominato anche da Bonaparte, 1840, Mem. Accad. Sci. Torino, Ser. 2, 2: 395.
Necturi Fitzinger, 1843, Syst. Rept.: 35. Genere tipo: Necturus Rafinesque, 1819.
Necturina Bonaparte, 1845, Specchio Gen. Sist. Erpetol. Anfibiol. Ittiolog.: 6. Genere tipo: Necturus Rafinesque, 1819.
Hypochthonidae Bonaparte, 1850, Conspect. Syst. Herpetol. Amph.: 1 p.
Necturidae Bonaparte, 1850, Conspect. Syst. Herpetol. Amph.: 1 p. Stejneger and Barbour, 1917, Check List N. Am. Amph. Rept.: 5.
Proteida Jan, 1857, Cenni Mus. Civ. Milano: 55. Knauer, 1883, Naturgesch. Lurche: 95.
Menobranchida Knauer, 1883, Naturgesch. Lurche: 96. Genere tipo: Menobranchus Harlan, 1825. Famiglia esplicita.
Hylaeobatrachidae Abel, 1919, Stämme Wirbeltiere, Kl. Amph.: 329-330. Genere tipo: Hylaeobatrachus Dollo, 1884. Sininimia di Brame, 1972, Checklist Living & Fossil Salamand. World (Unpubl. MS): 34.
Hylaeobatrachoidea Kuhn, 1965, Die Amphib.: 39, attribuito a Huene, 1931.
Proteoidea Dubois, 2005, Alytes, 23: 20. Superfamiglia.

  Famiglia Genere Specie  
Proteidae Proteus

Proteus anguinus.


La famiglia Proteidae comprende salamandre acquatiche pedomorfe, provviste di grandi branchie esterne filamentose e di colore rosso, e dotate tronco molto lungo e coda lateralmente compressa. Altre caratteristiche morfologiche sono l'assenza di mascelle, prefrontale, cartilagine ipsiloide e dei nasali. I denti sono situati sullo spleniale e sul pterigoide. Presenza di due fessure branchiali larvali. Riduzione del numero delle dita. Numero cromosomico: 2n = 38.

Le specie di questo gruppo sono tutte neoteniche (consevano caratteristiche larvali allo stato adulto), vivono in ambienti carsici o sono attivi soltanto durante le ore di oscurità. Poco si conosce della loro biologia riproduttiva, si pensa che P. anguinus possegga un certo grado di viviparità, generando prole in stato avanzato di sviluppo. La famiglia è molto antica, forme fossili correlate sono presenti in giacimenti del Mesozoico. I Proteidae comprendono due generi: Necturus con sei specie diffuse in nord America, e Proteus con una sola specie europea.


Le Faune Webmuseum Amphibia Caudata      
www.ittiofauna.org
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org