www.ittiofauna.org contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Le Faune Webmuseum Amphibia Anura

I Pelobatidi, Pelobatidae Bonaparte, 1850

Pelobatidae Bonaparte, 1850, Conspect. Syst. Herpetol. Amph.: 1 p. Genere tipo: Pelobates Wagler, 1830.

Pelobatina Bonaparte, 1850, Conspect. Syst. Herpetol. Amph.: 1 p.
Pelobatoidea Stannius, 1856, Handbuch Zootomie Wiebelthiere, 2: 4. Laurent, 1967, Acta Zool. Lilloana, 22: 207; Lynch, 1973, in Vial (ed.), Evol. Biol. Anurans: 162; Duellman, 1975, Occas. Pap. Mus. Nat. Hist. Univ. Kansas, 42: 5; Laurent, 1980 "1979", Bull. Soc. Zool. France, 104: 417.
Pelobatoidei Lichtenstein and Martens, 1856, Nomencl. Rept. Amph. Mus. Zool. Berol.: 40.
Pelobatides Bruch, 1862, Würzb. Naturwiss. Z., 3: 221.
Pelobatida Knauer, 1883, Naturgesch. Lurche: 107. Bayer, 1885 "1884", Abh. K. Böhm. Ges. Wiss., Prague, 12: 18.
Pelobatina Schultze, 1891, Jahresber. Abhandl. Naturwiss. Ver. Magdeburg, 1890: 174.
Pelobatidae Bolkay, 1919, Glasn. Zemaljskog Muz. Bosni Hercegov., 31: 348.
Pelobatinae Fejérváry, 1922 "1921", Arch. Naturgesch., Abt. A, 87: 25.
Pelobatidae Miranda-Ribeiro, 1926, Arq. Mus. Nac., Rio de Janeiro, 27: 19.
Pelobatoidia Dubois, 2005, Alytes, 23: 8. Epifamiglia.
Pelobatoidea Dubois, 2005, Alytes, 23: 8. Superfamiglia.

  Famiglia Genere Specie
Pelobatidae Pelobates

Pelobates cultripes, Pelobates fuscus, Pelobates syriacus.


Recentemente la famiglia è stata soggetta a revisione, attraverso studi filogenetici, genetici e biochimici sono state comparate le varie unità sistematiche ad essa appartenenti, e le conclusioni hanno portato ad una redefinizione del gruppo. I generi appartenenti ai megophryines ed ai pelodytines sono stati inseriti in due nuove famiglie, Megophryidae e Pelodytidae, da Cannatella (1985), che ha dimostrato come Pelobatidae uniti ai megophryines ed ai pelobatines non componessero un gruppo monofiletico. Pertanto attualmente la famiglia comprende il solo genere Pelobates. composto da quattro specie di cui tre presenti in Europa ed Asia ed una in Africa nord occidentale.

Anuri a prima vista simili ai rospi tipici (Bufonidae), ma differiscono da questi per avere cranio molto robusto, pupille verticali, arti corti e tubercolo metatarsale modificato, affilato, corneo, appiattito e prominente sul piede posteriore ("vanga"). In tutte le specie l'amplesso e di tipo ascellare. Le uova sono deposte in cordoni ed i girini raggiungono grandi dimensioni. Tutte le specie hanno abitudini prevalentemente notturne, al di fuori della stagione riproduttiva. Generalmente legati a terreni sabbiosi, durante giorno si nascondono in buche profonde talvolta quasi verticali, che scavano usando i tubercoli metatarsali a "vanga". Gli stessi ripari vengono utilizzati per l'estivazione o per il letargo.

La famiglia appare ben documentata in forma fossile. Il genere Pelobates è conosciuto da giacimenti antecedenti all'Eocene e si rinviene fino al presente. Due sono i generi estinti, Scaphiopus dell'Oligocene inferiore, e Macropelobates  proveniente da giacimenti dell'Oligocene medio.


Le Faune Webmuseum Amphibia Anura      
www.ittiofauna.org
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org