Torna al Fiume Marecchia Carta ittica della Provincia d'Arezzo Ittiofauna

Il torrente Presale

Classificazione delle acque - Salmonidi per tutto il suo percorso

Sorgente Poggio dei Piani Altitudine 1130 m s.l.m
Bacino fiume Marecchia Ordine fluviale
Corpo recettore Affluente dx f. Marecchia Lunghezza 6.5km

 

Descrizione dell'ambiente - Il Torrente Presale nasce dal Poggio dei Piani (m 1130) sull'Alpe della Luna e diviene affluente di destra del Fiume Marecchia in località Ranco. Il suo principale affluente è il Torrente Presalino. Il Presale attraversa un territorio poco antropizzato e di particolare pregio ambientale e paesaggistico; nell’area sono, infatti, presenti riserve naturali.

Nel corso del torrente si osservano tre distinte aree: la zona superiore montana, l’area centrale di transizione e la porzione valliva. Nella parte superiore, circondata da boschi di caducifoglie, la valle si restringe bruscamente, le pendenze si fanno marcate, i salti d'acqua frequenti ed il letto, sempre meno ciottoloso, appare scavato nella roccia.

Nella sua sezione centrale, il Presale scorre tra prati e boschi, presenta una discreta vegetazione riparia che protegge dall’evaporazione il letto a fondo ciottoloso, con correntine e raschi. In questa zona sono presenti quattro briglie, delle quali una molto grande e profonda, e lunghi tratti caratterizzati dalla presenza di rigiri e piccole buche. Per migliorare le condizioni ambientali dei tratti più piatti del torrente, sono stati recentemente posti in alveo numerosi massi ciclopici. Il tratto vallivo attraversa boschetti di caducifoglie, prati e campi incolti e nell’area abitata di Ponte Presale, è più aperto anche se sempre ben ombreggiato, con letto ampio e fondo ciottoloso; sono prevalenti correntine e raschi, mentre le buche sono poche e limitate. Nel tratto sono state realizzate cascatelle artificiali poste in prossimità del campo da calcio di Ponte Presale.

Come il fiume di cui è tributario, anche il Presale ha forti variazioni di portata, in corrispondenza delle piogge autunnali o primaverili, ma la natura del substrato previene i danni causati dalle brevi piene.

 

 

Fauna ittica - Nel tratto campionato, in corrispondenza dell’abitato di Ranco si è riscontrata la sola presenza del barbo comune, del cavedano comune e del vairone, presenti con esemplari di piccola e media taglia; sono state, inoltre, catturate un’anguilla e 3 trote fario.

 

Uno dei principali fattori di perturbazione dell’integrità del popolamento ittico è rappresentato dall’intensa azione predatoria svolta da uccelli ittiofagi che, in particolari condizioni di magra, sono in grado di depauperare in modo spesso devastante la consistenza numerica della comunità ittica del torrente.

 

Il grafico di seguito riportato illustra la percentuale numerica delle famiglie che compongono il campione, in corrispondenza della stazione indagata. I grafici successivi definiscono le relazioni lunghezza-peso e le distribuzioni in classi di lunghezza delle specie campionate più abbondanti.

 

Come si può osservare, la popolazione di cavedano comune risulta composta in prevalenza da individui di media taglia, facendo denotare un certo sbilanciamento, mentre le popolazioni di vairone e barbo comune si presentano più equilibrate e diversificate, con una buona rappresentanza di individui giovani, indice di un’attività riproduttiva naturale di successo.

 

Risultati dei campionamenti ittici, distinti per famiglie, in corrispondenza delle stazioni indagate.

 

I grafici seguenti definiscono le relazioni lunghezza-peso e le distribuzioni in classi di lunghezza delle specie campiona-te. Dai dati raccolti emerge la presenza di una popolazione di vairone abbastanza diversificata ed equilibrata; per contro, i soggetti di trota fario catturati sono riconducibili alle classi di età più giovani.

 

Distribuzione in classi di lunghezza e relazione lunghezza-peso del cavedano comune (N=67) del T. Presale.

 

Distribuzione in classi di lunghezza e relazione lunghezza-peso del vairone (N=86) del T. Presale.

 

Distribuzione in classi di lunghezza e relazione lunghezza-peso del barbo comune (N=43) del T. Presale.

 

Stazioni di Rilevamento

STAZIONE DI RILEVAMENTO PRE01 - immediatamente a monte dell’abitato di Ranco.

 

Una trota fario catturata con tecnica "a mosca" sul torrente Presale

 

Indirizzi di posta elettronica