Carta ittica della Provincia d'Arezzo Ittiofauna

CARTA delle VOCAZIONI ITTICHE della PROVINCIA di AREZZO: il FIUME MARECCHIA

 

Classificazione delle acque - Salmonidi nel tratto compreso tra le sorgenti e la confluenza con il fosso Il Fossone; Ciprinidi dalla confluenza con il fosso Il Fossone fino al confine di provincia.

Sorgente Monte Zucca Altitudine 871 m s.l.m.
Bacino Fiume Marecchia Superficie 665 km2
Superficie in Prov. di Arezzo 129 km2 Corpo recettore Mar Adriatico
Ordine fluviale Lunghezza asta 90 km
Lunghezza asta in Provincia di Arezzo 19 km
Affluenti principali

T. Presale, T. Mazzocco, T.Senatello

 

Descrizione dell'ambiente - Il Fiume Marecchia occupa un bacino imbrifero di 665 km2, con una portata media alla sua foce stimato in 7-8 m3/sec. Sotto l'aspetto idrologico, il corso principale del Marecchia si può dividere in due sottobacini ben distinti: quello montano, che va dalle sorgenti allo stretto di Verucchio (10-11 km), dove le acque scorrono libere, prima sulle argille erose dalla canalizzazione del fiume poi nei sedimenti alluvionali; quello di conoide, che va dallo stretto di Verucchio (7-8 km), dove le acque scorrono oltre che in superficie, anche nelle falde, fino alla foce.

 

Il Fiume Marecchia ha le sue sorgenti sulle pendici del Monte Zucca (1263 m s.l.m.), nell’Appennino Tosco-Emiliano, in località Pratieghi (871 m, Provincia di Arezzo); il corso del fiume si sviluppa per circa 90 Km, di cui circa 19 in Provincia di Arezzo. Sfocia nel Mar Adriatico in due rami, di cui uno è il porto-canale di Rimini in località Rivabella di Rimini. Il suo maggior affluente in Provincia di Arezzo è il torrente Presale. Se si esclude il tratto più elevato del Marecchia, il letto attraversa tratti planiziali alluvionali facilmente erodibili, di conseguenza le portate stagionali influenzano fortemente l'assetto dell'alveo.

 

Il fiume Marecchia manifesta forti variazioni di portata, strettamente influenzate dai regimi pluviometrici ed associate ad un trasporto solido di elevate dimensioni. In corrispondenza delle piogge autunnali o primaverili, le ultime accompagnate spesso da disgelo, si verificano di frequente brevi piene, forti e rovinose, mentre nel periodo estivo le portate possono anche divenire nulle. Questo comportamento incostante influenza molto la capacità trofica del fiume, danneggiando la consistenza delle popolazioni di invertebrati e, conseguentemente, le comunità ittiche presenti. In Provincia di Arezzo, il Marecchia non incontra aree molto urbanizzate ma attraversa un paesaggio caratterizzato da boschi di caducifoglie, prati, campi coltivati ed incolti. Recentemente (2000-2001), a seguito dei lavori di risistemazione idraulica eseguiti nel tratto ricadente nel Comune di Badia Tedalda, e più precisamente nelle frazioni di Ranco, Ca' Raffaello, Ponte Rofelle e Molino di Caprile, l'alveo del fiume ha subito un evidente degrado.

 

 

Fauna ittica - Il Fiume Marecchia, assieme al Fiume Foglia, appartiene al distretto ittiofaunistico Padano-Veneto; durante i periodi di regressione marina legati alle glaciazioni, infatti, entrambi i fiumi entravano a far parte del bacino del Po-Adige come affluenti di destra. Lo spartiacque che separa il Marecchia dal distretto Arno-Tiberino ha da sempre impedito scambi di fauna ittica finché l'uomo, in tempi recenti, ha introdotto esemplari provenienti da altri distretti. A conseguenza del lungo periodo d'isolamento, la fauna ittica del Marecchia appare povera e composta da specie geneticamente legate a quelle del bacino del Po, come il barbo comune ed il ghiozzo padano. Il campionamento effettuato in località Rofelle ha rivelato la sola presenza del barbo e del vairone, presenti entrambi con un basso numero di individui e di piccola taglia. Questa situazione è stata probabilmente determinata dal danno verificatosi in conseguenza dei lavori di risistemazione idraulica in alveo. La presenza di altre specie come il cavedano, il ghiozzo, l'anguilla e, nel tratto più elevato, la trota fario, è comunque nota.

 

Il grafico di seguito riportato illustra la percentuale numerica delle famiglie che compongono il campione, in corrispondenza della stazione indagata.

 

Risultati dei campionamenti ittici, distinti per famiglie, in corrispondenza delle stazioni indagate lungo il corso del fiume.

 

Il grafico seguente definisce la relazione lunghezza-peso e la distribuzione in classi di lunghezza del vairone, la cui popolazione si presenta abbastanza diversificata ed equilibrata.

 

Distribuzione in classi di lunghezza e relazione lunghezza-peso del vairone (N=79) del F. Marecchia.

 

Stazioni di Rilevamento

STAZIONE DI RILEVAMENTO MAR01; in località "Rofelle", a valle dell'abitato di Badia Tedalda.

Affluenti del fiume Marecchia
 
 

Il torrente Presale

 
 
Indirizzi di posta elettronica