Carta ittica della Provincia d'Arezzo Ittiofauna

CARTA delle VOCAZIONI ITTICHE della PROVINCIA di AREZZO: il FIUME FOGLIA

 

Classificazione delle acque - Salmonidi nel tratto compreso tra le sorgenti e la briglia sita nell’abitato di Sestino; Ciprinidi dall’abitato di Sestino fino all’ultimo confine di Provincia.

Sorgente Monte Sasso Aguzzo Altitudine 980 m s.l.m
Bacino F. Foglia Superficie 65.6 Km²
Superficie in Prov. di Arezzo 49 Km² Corpo recettore Mar Adriatico
Ordine fluviale Lunghezza asta 90 Km
Lunghezza asta in Provincia di Arezzo 14.3 km
Affluenti principali

di sinistra : Apsa di Macerata, Fogliola, Mutino; di destra Apsa, Apsa di S. Donato

 

Descrizione dell'ambiente - Il Fiume Foglia nasce dal Monte Sasso Aguzzo (980 m s.l.m.) e scorre per circa 14 km nel territorio della Provincia di Arezzo, per attraversare poi tutta la Provincia di Pesaro e sfociare in Adriatico, formando il Porto Canale della Città di Pesaro. Nel tratto che va dall'abitato di Sestino fino alle sorgenti, il Foglia attraversa un ambiente scarsamente antropizzato e di notevole interesse, formato da boschi di caducifoglie, prati e campi incolti; sono, infatti, presenti riserve naturali d'interesse nazionale e comunitario. In quest'area, l'alveo appare scavato su di un substrato relativamente stabile, formato da roccia, massi e ghiaie. Dall'abitato di Sestino in poi il paesaggio cambia radicalmente, diventando sempre più urbanizzato e subendo un sempre maggior apporto di scarichi fognari ed agricoli; allo stesso tempo il substrato si fa alluvionale ed incoerente.

 

Come il Marecchia, anche il Foglia subisce forti variazioni di portata, in corrispondenza delle piogge autunnali o primaverili, le ultime accompagnate spesso da disgelo, ma la natura del substrato previene i danni causati dalle brevi piene, che possono divenire rovinose soltanto nella pianura alluvionale. Anche per il Fiume Foglia le portate si riducono fortemente nel periodo estivo, ma la copertura vegetale presente nel tratto montano difende il corso d'acqua dalla forte evaporazione.

 

 

Fauna ittica - Il fiume Foglia, assieme al fiume Marecchia, appartiene al distretto ittiofaunistico Padano-Veneto; durante i periodi di regressione marina legati alle glaciazioni, infatti, entrambi i fiumi entravano a far parte del bacino del Po-Adige come affluenti di destra. Per questo l’ittiofauna del Foglia è strettamente legata a quella tipica dei torrenti dell’Appennino Tosco-Emiliano affluenti del fiume Po. Soltanto in tempi recenti sono stati introdotti esemplari provenienti dai bacini di Arno e Tevere. Il campionamento effettuato in corrispondenza dell’abitato di Sestino ha rivelato la sola presenza del barbo comune, del cavedano comune e del vairone, presenti però con esemplari di piccola e media taglia, come è visibile nei grafici relativi alle relazioni lunghezza-peso e alle distribuzioni in classi di lunghezza delle specie campionate. Questa situazione è probabilmente ascrivibile alla scarsa portata che il fiume presenta per quasi tutto il corso dell’anno. La presenza di trota fario nel tratto superiore è comunque nota, come a valle quella del ghiozzo padano. Spicca l’assenza della rovella e del cavedano etrusco, entrambi marcatori del distretto arno-tiberino, fatto che conferma l’isolamento causato dallo spartiacque appenninico.

 

Il grafico di seguito riportato illustra la percentuale numerica delle famiglie che compongono il campione, in corrispondenza della stazione indagata.

 

Risultati dei campionamenti ittici, distinti per famiglie, in corrispondenza delle stazioni indagate lungo il corso del fiume.

 

Il grafico seguente definisce la relazione lunghezza-peso e la distribuzione in classi di lunghezza del vairone, la cui popolazione si presenta abbastanza diversificata ed equilibrata.

 

Distribuzione in classi di lunghezza e relazione lunghezza-peso del cavedano comune (N=125) del F. Foglia.

 

Distribuzione in classi di lunghezza e relazione lunghezza-peso del vairone (N=87) del F. Foglia.

 

Distribuzione in classi di lunghezza e relazione lunghezza-peso del barbo (N=49) del F. Foglia.

 

Stazioni di Rilevamento

STAZIONE DI RILEVAMENTO FOG01; alto corso del fiume Foglia, tratto in corrispondenza dell'abitato di Sestino.

Indirizzi di posta elettronica