Ichthyos Italia

Associazione  per la tutela della fauna ittica delle acque interne

 
 
    

Art. 5Patrimonio

Il patrimonio sociale è costituito dai beni e diritti che l'associazione acquisterà a qualsiasi titolo, comprese le quote di ammissione ed annuali versate dai soci, i contributi di altri enti, associazioni, le elargizioni di privati e società, i proventi derivanti dalle attività sportive, culturali, didattiche e ricreative, nonché dalle gestioni accessorie delle attività organizzate dall'associazione stessa, compresi gli introiti delle manifestazioni sportive.


Art. 6 Quote

La quota associativa non è rimborsabile.


Art. 7 Entrate e uscite

Le entrate e le uscite saranno registrate in conformità alle vigenti disposizioni di legge, dal presidente o da suo delegato, su apposito registro che resterà a disposizione dei consiglieri in occasione delle riunioni del consiglio direttivo e dei soci in occasione dell'assemblea annuale.


Art. 8 Utili e perdite

L'associazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitali, salvo che la loro distribuzione o destinazione non siano imposte dalla legge.
L'eventuale avanzo di gestione annuale, qualificato a consuntivo, sarà destinato al miglior conseguimento degli scopi sociali, ed a tal fine potrà essere accantonato. L'utilizzo di detto saldo verrà proposto dal consiglio direttivo e deliberato dall'assemblea. L'eventuale passività sarà sanata nel corso dell'esercizio immediatamente successivo, nei modi e termini stabiliti dall'assemblea.

 

 

TITOLO IIISOCI


Art. 9 Categorie


I soci si suddividono in:


- soci fondatori: sono i soci che hanno promosso la costituzione del sodalizio e compaiono come firmatari dell'atto costitutivo
- soci ordinari
- soci sostenitori


Art. 10 Ammissione

Possono essere soci dell’associazione tutti i cittadini italiani e/o stranieri in possesso dei requisiti riconosciuti dalle competente Autorità per il maneggio delle armi che presentino domanda scritta e che versino la quota di ammissione fissata anno per anno dal consiglio direttivo, e per il primo anno dall’atto costitutivo, in misura differenziata per i soci fondatori/ordinari e quelli frequentatori.

La domanda di ammissione è soggetta alla approvazione del consiglio direttivo; in caso di diniego, l’ammissione potrà essere richiesta all’assemblea, su richiesta scritta di almeno 5 soci.

L'iscrizione ha validità annuale e scade ogni anno al 31 dicembre. Entro il 28 febbraio dell'anno successivo deve essere effettuato il rinnovo dell'iscrizione mediante pagamento della quota annuale fissata anno per anno dal consiglio direttivo.


Art. 11 - Diritti e doveri

I soli soci fondatori ed ordinari compongono l’assemblea, ordinaria e straordinaria, e vi hanno in via esclusiva elettorato attivo e passivo; in particolare, eleggono gli organi direttivi dell'associazione, approvano le modifiche allo statuto, approvano il rendiconto economico e finanziario annuale.

I soci tutti hanno il diritto di frequentare i locali e gli impianti sociali secondo le modalità stabilite in apposito regolamento, nonché di usufruire dei vantaggi e dei servizi dell'associazione.

I soci tutti hanno il dovere di difendere nel campo sportivo e in quello civile il buon nome dell'associazione e di osservare le regole dettate dalle federazioni ed enti di promozione sociale ai quali l'associazione aderisce o è affiliata.


Art. 12 - Cessazione della qualità di socio

I soci cessano di appartenere all'associazione:


- per dimissioni volontarie fatte pervenire in forma scritta alla presidenza;
- per morosità nel pagamento delle quote annuali senza giustificato motivo;
- per radiazione, nei confronti del socio che commetta azioni ritenute disonorevoli entro e fuori dell'associazione o che, con la sua condotta, costituisca ostacolo al buon andamento del sodalizio;


La cessazione della qualità di socio è deliberata dal consiglio direttivo.

 

TITOLO IVORGANI SOCIALI

Art. 13 Organi


Gli organi sociali sono:


- l'assemblea generale dei soci;
- il consiglio direttivo;
- il presidente;


Art. 14 Assemblea

L'assemblea generale dei soci è sovrana ed è il massimo organo deliberativo dell'associazione. Essa regola la vita associativa ed è convocata in sessioni ordinarie e straordinarie.


Art. 15 - Diritto di partecipazione all’assemblea

Possono prendere parte alle assemblee ordinarie e straordinarie i soli soci fondatori ed ordinari che siano in regola con il versamento annuale della iscrizione all'associazione. Tutti i soci fondatori ed ordinari hanno il diritto di voto. Il socio impossibilitato a presenziare all'assemblea può delegare altro socio in sua vece con delega scritta valevole solo per una specifica assemblea. Il delegato potrà essere portatore di un massimo di 5 deleghe.


Art. 16 - Poteri dell'assemblea

L'assemblea dei soci, in via ordinaria, è convocata almeno una volta all'anno, entro tre mesi dalla chiusura dell'esercizio finanziario, e:


- delibera sugli argomenti presentati come ordine del giorno;
- delibera, nei limiti dello statuto sociale, sull'indirizzo generale dell'attività e la gestione dell'associazione
- approva, annualmente, il rendiconto economico e finanziario secondo quanto disposto dalle leggi vigenti in materia;
- formula le direttive per il raggiungimento delle finalità associative;
- elegge il consiglio direttivo


L’assemblea dei soci, in via straordinaria, delibera sulle modifiche dello statuto e sullo scioglimento dell’associazione. E’ esclusa la deliberazione su tali questioni se non previste espressamente dall’ordine del giorno.


Art. 17 Convocazione dell’assemblea

L’assemblea, in via ordinaria o straordinaria, è convocata dal consiglio direttivo, a seguito di propria deliberazione che fissa l’ordine del giorno.

L’assemblea deve inoltre essere convocata dal consiglio direttivo su richiesta scritta di un terzo dei soci che potranno stabilire l'ordine del giorno. In tal caso l’assemblea dovrà essere convocata entro trenta giorni dal ricevimento della richiesta da parte del consiglio direttivo.

I soci possono in ogni caso richiedere al consiglio direttivo, per iscritto, l'inclusione di uno o più argomenti all’ordine del giorno.

L'assemblea può altresì essere convocata in seduta straordinaria, per motivi di particolare urgenza o gravità, dal presidente, che stabilisce l’ordine del giorno.

La convocazione dell'assemblea avviene a mezzo posta, fax o e-mail, almeno venti giorni prima dell'assemblea. Le convocazioni dovranno contenere l'indicazione del luogo, ora e data della convocazione, e l’ordine del giorno.


Art. 18 Valida costituzione dell’assemblea

L'assemblea, ordinaria o straordinaria, è validamente costituita in prima convocazione, con la presenza, personale o a mezzo delega, della metà più uno dei soci. Trascorsa un'ora dalla prima convocazione, l'assemblea è regolarmente costituita in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei soci presenti.


Art. 19 Deliberazioni dell’assemblea

L’assemblea sia in via ordinaria che straordinaria delibera con il voto favorevole della metà più uno dei soci presenti, personalmente o per delega.

 

segue >>

 

pag. 1

pag. 3