Ichthyos Italia

Associazione  per la tutela della fauna ittica delle acque interne

 
 
    

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

 

Art. 1 Denominazione

E’ costituita l'associazione ICHTHYOS ITALIA

 

Art. 2 Sede

L’associazione ha sede in via Antonio Cecchi, 12 Arezzo CAP 52100

 

Art. 3Durata

La durata dell'associazione è indeterminata.

L'associazione non potrà essere sciolta se non in base a specifica deliberazione dell'assemblea dei soci, constatata l'impossibilità di perseguire gli scopi sociali o continuare l'attività.

 

TITOLO IISCOPI DELL’ASSOCIAZIONE


Art. 4 - Scopi

L'associazione non persegue finalità di lucro, è apartitica, aconfessionale, senza discriminazioni razziali o sociali, autonoma e indipendente da qualsiasi altra associazione. Nasce come unione spontanea di persone che si propongono di promuovere ed organizzare le attività dell’oggetto sottodescritto favorendo lo svolgimento della vita associativa in un ambiente di sereno incontro per reciproci scambi di idee, conoscenze ed esperienze.


L'associazione è un organismo di promozione sociale, sportiva e di cultura del tempo libero rientrante nella fascia di agevolazioni fiscali e tributarie previste a favore delle associazioni assistenziali, culturali e sportive dilettantistiche delle normative di legge.


L'associazione esplicitamente accetta e applica statuto, regolamenti e quanto deliberato dai competenti organi delle federazioni sportive o enti riconosciuti di promozione sociale o sportiva a cui deliberasse di aderire in base alla specifica attività svolta dall'associazione stessa, nell'ambito dei propri fini istituzionali evidenziati dal presente statuto.


L’associazione svolge le attività di volontariato, assicura le iniziative e persegue le seguenti finalità solidaristiche:


a) promuovere ed organizzare ogni forma di volontariato dei cittadini, soci e non, al fine di salvaguardare e recuperare gli ambienti naturale d’acqua dolce e la fauna ittica in particolare di tutto il pianeta;
b) perseguire la protezione della persona umana, di tutte le altre forme di vita e degli equilibri della biosfera;
c) promuovere l’aggregazione progettuale di potenzialità individuali e/o di gruppo volte allo studio, alla ricerca sul campo, ed alla generale acquisizione di dati relativi allo stato di salute di habitat di acqua dolce e delle specie ad essi correlate tenendo presente tutti gli aspetti di influenza degli habitat naturali( Geologico, morfologico, chimico, climatico ecc. ecc.).
d) promuovere l’analisi, lo studio e la ricerca voltano ad individuare soluzioni a breve ed a lungo termine, finalizzate al mantenimento ed al ripristino della qualità delle acque;
e) favorire, lo studio e la ricerca volti a realizzare sistemi di riproduzione artificiale e/o di assistenza alla riproduzione naturale in ambienti controllati, delle principali specie di pesci, anfibi o rettili, minacciati di estinzione e costituenti le nostre tipiche comunità dolciacquicole, finalizzato anche alla reintroduzione in natura delle medesime;
f) agevolare, lo studio e la ricerca, legati alla botanica e geologia degli ambienti acquatici diretti a realizzare la produzione, tramite coltivazione, di essenze arboree ed arbustive da destinare alla riforestazione delle sponde dei nostri bacini idrogeografici già soggette a forte degrado;
g) promuovere, in tutte le sedi legiferanti italiane e comunitarie, l’adozione di nuove leggi e normative che interessino la difesa ed il ripristino in condizioni soddisfacenti, delle Acque Interne;
h) promuovere la realizzazione di un sistema di monitoraggio delle attività professionali, lavorative ed imprenditoriali, dei programmi di assistenza e di finanziamento (nazionali ed europei), tale da poter fornire notizie utili per poter pianificare iniziative rivolte alla conservazione ed al ripristino degli ecosistemi di acqua dolce;
i) promuovere la creazione di nuovi posti di lavoro legati ad una corretta interpretazione del concetto di sviluppo sostenibile;
j) promuovere ed organizzare, in proprio o in collaborazione con enti e associazioni, servizi di vigilanza sull’applicazione delle norme poste a tutela dell’ambiente e della salute, nonché servizi di protezione civile;
k) svolgere attività di manutenzione, pulizia e custodia di corpi idrici, parchi, ambienti naturali;
l) organizzare campi di lavoro per la rinaturalizzazione, il recupero ambientale e il disinquinamento di corsi d’acqua e lo studio geologico dei contesti territoriali;
m) organizzare gestioni specifiche di corpi idrici sulla base della valorizzazione e conservazione delle risorse naturali e geologiche degli ambienti d’acqua dolce;
n) organizzare riunioni, seminari, dibattiti e convegni; in particolare:
- redigere e diffondere studi tramite pubblicazioni e ogni altro mezzo di comunicazione; gestire una biblioteca, una videoteca ed una audioteca sociali;
- pubblicare periodici e notiziari riguardanti l'attività associativa, nonché curare la stampa, la riproduzione e la pubblicazione di volumi, testi e circolari relativi all'attività che costituisce l'oggetto associativo;
- realizzare propri audiovisivi, fotografie, gadget e ogni altro materiale necessario od utile al perseguimento degli scopi sociali, curandone la distribuzione;
- utilizzare siti internet o strumenti multimediali affini;
p) promuovere rapporti, in Italia e all’estero, con enti e associazioni, cooperative e movimenti organizzati;
q) promuovere e organizzare attività commerciali e produttive marginali volte al perseguimento degli scopi sociali, quali ad esempio la vendita di materiale informativo e di gadget, l’organizzazione di turismo tematico, la prestazione di consulenze, la gestione di acque interne;
r) progettare e realizzare servizi nel campo dell’educazione ambientale in tutti i suoi aspetti, della formazione, orientamento e aggiornamento culturale e professionale;
s) promuovere, organizzare e gestire progetti di sviluppo locale sostenibile, anche con altre associazioni e enti;
t) promuovere e gestire iniziative e attività di cooperazione con paesi esteri e in primo luogo della Comunità Europea;
u) assumere tutte le iniziative e svolgere tutte le attività ivi compresa la stipula di accordi di collaborazione con organizzazioni italiane ed estere, per organizzare e promuovere la partecipazione in altre associazioni e fondazioni ritenute utili al conseguimento degli scopi sociali;
v) promuovere la realizzazione di sedi distaccate, in altre città italiane e all’estero, della associazione;
x) si avvale delle sue risorse specifiche e della rete di servizi informatici garantiti in comodato gratuito e per tempo indefinito, dall’associazione Terrambiente;
y) si avvale della consulenza continuativa e gratuita del Comitato Scientifico, costituito da aderenti o simpatizzanti dell’associazione dotati di specifiche competenze tecniche;
z) promuove le opportune azioni giudiziali in sede civile, amministrativa e penale per la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini; a tal fine potrà costituire un ufficio legale anche per consulenze esterne sui temi sociali dell’associazione.

 

segue >>

pag. 2

pag. 3